Esegui ricerca
SearchEsegui ricerca

5. Utilizzare le pagine di snodo e i Tag

Un progetto digitale ben concepito e curato presenta gli argomenti delle sezioni principali tramite pagine di snodo che hanno un’importanza strategica La "home di sezione" apporta ordine al sito e aiuta l’utente a orientarsi.

Le pagine di snodo creano un ambiente di navigazione coerente ai contenuti specifici di quella sezione, invitano l’utente ad approfondire la navigazione in quanto consentono di raggiungere facilmente tutti i contenuti più importanti.

Le pagine di snodo, insieme alla home page, definiscono lo stile del sito e richiedono l’intervento di un art director e di un content manager

Esempio

Immaginiamo la home page di un sito che vende vini proporrà - nel menù principale - la sezione “Prodotti” suddivisa in vini bianchi, rossi e bollicine.  Cliccando “Vini rossi” trovo una pagina che:

  • contiene i link alle schede di presentazione di ognuno dei vini
  • presenta varie informative, opportunamente organizzate e visualizzate
  • descrive il terroir (terreno, disposizione, clima, viti e consumatori del prodotto)
  • offre consigli sulle combinazioni con i cibi, sulle temperature a cui vanno serviti, sui bicchieri da utilizzare.

Se non inserisco questa “pagina intermedia” (Home di sezione), si passa direttamente dalla home page all’interno di una pagina che descrive uno dei tanti vini. E perdo l’opportunità di offrire il quadro d’insieme del mio “mondo vini rossi”…

Nei siti ricchi di informazioni, le pagine di snodo possono arrivare ad assumere la complessità di una home page (con interviste, video tutorial, sondaggi, blog, fotogallery…).

L’importanza dei Tag

I TAG sono delle parole chiave, o dei termini associati a un’informazione, che consentono di:

  • classificare e organizzare i contenuti in modo da offrire più percorsi di ricerca
  • proporre approfondimenti e ricerche trasversali sui vari argomenti.

Fai molta attenzione al rapporto tra le categorie e i Tag impiegati nel sito, e differenzia in modo netto il criterio di scelta (il rischio è quello di adottare categorie e Tag come doppioni, in modo confuso, senza molta utilità).

  • Le categorie sono classificazioni per argomento a livello macro (generale). Categorizzare significa individuare per il singolo articolo la giusta categoria, tra quelle esistenti.
  • I Tag sono classificazioni per argomento, a livello specifico. Taggare significa applicare al singolo articolo una o più etichette (Tag).

Seguendo l’esempio dei vini, per arricchire la home di sezione potremo inserire Due box distinti di Tag che suddividono i vini per regione di provenienza; oppure per caratteristiche organolettiche, o produttive: Biologico, Doc, Passito…

Per presentare invece prodotti che vengono impiegati in settori economici diversi posso utilizzare i Tag per classificare i prodotti in due modi diversi:

  • per composizione chimica (alginati, siliconi, resine…) o per materie prime (cotone, tulle, seta)
  • per le modalità di utilizzo dei prodotti (impronta dentale, gioielleria) o per i settori economici di impiego (alta moda, tessile casa, abiti da sposa).
Image

Enrico Forzato © 2015 | P IVA 11924160150 Via Nuova, 72 - 45020 Villanova del Ghebbo (RO)  

Contatti | Privacy e cookies policy